SARS CoV-2. 18 agosto: 13 nuovi positivi in tutta la Sicilia. Secondo giorno consecutivo con numeri contenuti.

Oggi sono 13 i nuovi positivi in Sicilia, così ripartiti per provincia: 4 a Ragusa, 4 a Catania, 3 a Messina, 1 a Caltanissetta e 1 Enna. Aumento di 4 unità nel numero degli isolati domiciliari. I guariti sono 9: 7 a Catania e 2 a Ragusa. Nessuna variazione per gli altri dati.

Il caso dell’ennese, come avevamo anticipato ieri, riguarda un cittadino di Assoro rientrato da Malta lo scorso 13 agosto che si va ad aggiungere ai due positivi di Leonforte di tre giorni fa, anch’essi rientrati da Malta nei giorni scorsi.

Tra i 3 nuovi positivi del messinese, un altro ragazzo di Sant’Agata rientrato da Malta e uno di Torrenova, anch’esso rientrato da Malta; quest’ultimo non ha avuto alcun contatto dal suo rientro, meno che con i familiari. Intanto il sindaco di Taormina, Mario Bolognari, ha fatto sapere che lo scorso “14 agosto scorso è stato effettuato un tampone che ha dato risultato positivo. Si tratta di una persona giovane, proveniente dal Nord Italia e che ora è nella propria casa di vacanza a Taormina“; si tratta del primo caso di covid-19 a Taormina dall’inizio della pandemia. 

Con il nuovo caso di oggi passano a 15 gli attuali positivi in provincia di Caltanissetta, legati principalmente al capoluogo nisseno (piccolo focolaio in una comunità di donne in difficoltà dove tre operatori sono risultati positivi al Coronavirus) e a Gela (giovani rientrati da Malta e due operai di un cantiere edile).

In provincia di Ragusa gli attualmente positivi sono 66, di cui 56 in isolamento domiciliare e 10 ricoverati. I nuovi positivi delle ultime 24 ore sono così distribuiti per comune: 3 a Vittoria, 2 a Ragusa e 1 a Monterosso Almo; alcuni saranno registrati domani.

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha fatto sapere, con una nota inviata a tutti i dipendenti comunali, che ha sottoscritto un accordo con l’Asp che prevede l’effettuazione di test sierologici a tutto il personale comunale. I test saranno fatti su base volontaria.

Intanto in uno studio effettuato e reso noto dal comune di Palermo, viene messo in evidenza che la Sicilia è ultima in Italia per numero di tamponi effettuati sul numero totale di abitanti. Il dato non ci sembra rilevante perché è normale che in una regione in cui l’epidemia ha avuto un basso impatto, il tasso di tamponi per abitanti debba essere basso. Una conferma arriva dall’indagine di sieroprevalenza, condotta nelle scorse settimane dal Ministero tramite l’effettuazione di test sierologici, che ha messo in evidenza la pochezza del sommerso dei sieropositivi in Sicilia. Molto più importante il dato dei tamponi effettuati per caso di positività riscontrato: in questa classifica la Sicilia è ai primi posti in Italia.

Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.