SARS CoV-2. 10 agosto: 32 nuovi positivi (di cui 1 solo migrante)

16 positivi nel siracusano

Report quotidiano di Fonso Genchi.

Sono pochi oggi i tamponi esaminati, così come accade ogni lunedì a causa del giorno festivo a cui si riferiscono: 873. Pochi ma sufficienti per far emergere un incremento dei positivi siciliani: dei 32 nuovi positivi di oggi solo uno è relativo a un migrante.

La fa da padrona la Sicilia orientale; queste le province a cui sono stati assegnati i nuovi casi: 16 a Siracusa, 9 a Catania, 5 a Palermo (di cui uno migrante), 1 a Ragusa e 1 a Messina.

Molti dei 16 casi del siracusano sarebbero in collegamento con il cluester legato alla comitiva di 15 giovani di Canicattini Bagni tornati giovedì scorso da un viaggio a Malta. Sono tutti sintomatici o paucisintomatici. La Prefettura, al termine di un vertice con i sindaci della provincia di Siracusa, ha deciso di estendere le restrizioni, adottate da qualche sindaco in merito agli orari delle attività commerciali, in tutti i comuni della provincia, fino alla data del 16 agosto.

Dei 9 nuovi positivi riscontrati nel catanese, 6 riguardano i cluster già noti, 2 persone sintomatiche e 1 straniero. Intanto si apprende che nei giorni scorsi un bimbo del catanese, frequentante un asilo nido privato, sottoposto a tampone grazie ai sospetti del nonno, è risultato positivo per cui sono stati posti in quarantena i bambini dell’asilo che avevano avuto contatti con lui.

Infine da segnalare che il Presidente Nello Musumeci ha inserito, tra gli articoli della nuova ordinanza firmata ieri, anche l’invito “a predisporre controlli nell’ambito delle rispettive competenze” prevedendo il massimo delle sanzioni amministrative per chi non dovesse rispettare le restrizioni. Per Ferragosto ha disposto l’obbligo per gli esercenti delle attività destinate al ballo e con afflusso di pubblico numerosodi comunicare – entro le 48 ore antecedenti – l’evento organizzato al fine di agevolare i controlli da parte delle forze dell’ordine.

 

Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.