Da tutta la Sicilia in marcia per il 74° anniversario di Murazzu Ruttu. Gli organizzatori: “meta finale l’indipendenza”

Verranno da tutta la Sicilia, e non solo, per celebrare il settantaquattresimo anniversario di Murazzu Ruttu, l’eccidio in cui perse la vita ‘Mario Turri’, alias Antonio Canepa, professore all’Università di Catania e comandante dell’Esercito Volontario per l’Indipendenza della Sicilia, insieme ai due giovani evisti Carmelo Rosano, 22 anni, e Giuseppe Lo Giudice, di soli 18, dopo essere stati fermati, in un posto di blocco, dai Carabinieri. “Un episodio di cui fino ad oggi non conosciamo la verità dei fatti – spiegano gli organizzatori – la strage di Randazzo segna l’ inizio del declino per il forte movimento indipendentista dell’epoca”.

I manifestanti si raduneranno alle 17:00 presso il cippo, al km 83 della statale 120, nei pressi di Randazzo dove nel 1945 si consumò la tragedia. Un corteo, caratterizzato dalla presenza unicamente di bandiere giallorosse della Sicilia e dell’EVIS, sfilerà per le vie di Randazzo, fino a piazza Municipio. Qui il momento conclusivo: esibizioni artistiche e la lettura del “manifesto” preparato dagli organizzatori.

Ad aderire ben 28 organizzazioni, tra associazioni, movimenti politici (esclusivamente indipendentisti), centri culturali, che hanno dato vita, a febbraio di quest’anno, al Comitato Vespro 2019 sorto in occasione del 737° anniversario della rivolta del Vespro. Al termine della manifestazione quest’ultimo presenterà all’amministrazione comunale una formale richiesta d’intestazione di una via di Randazzo ad Antonio Canepa.

“Questa di Randazzo rappresenta il proseguimento di un percorso – concludono gli organizzatori – che dovrebbe avere come meta finale quella dell’indipendenza, unica possibilità per ridare alla Sicilia e ai suoi abitanti quella dignità e quella prosperità che vengono da decenni calpestate e mortificate da politiche di stampo coloniale”.

Maria Vera Genchi

Facebooktwittergoogle_plusmail




Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.