Rifiuti: “Patto” per piano straordinario pulizia

Pif e altri attori testimonial iniziativa,più uomini e controlli

ANSA) – PALERMO, 4 MAG – La società Rap, la Reset e il comando della Polizia Municipale, con alcuni testimonial d’eccezione, insieme per una pulizia straordinaria di Palermo.
L’obiettivo è quello di chiedere ai palermitani di “fare un patto” per mantenere pulite le strade del capoluogo siciliano.
Tra i testimonial che hanno aderito all’iniziativa Pif, i Soldi Spicci e i Sansoni. La campagna è stata presentata oggi a Sala delle Lapidi dal sindaco Leoluca Orlando, dal vicesindaco Fabio Giambrone e dall’assessore Giusto Catania. Saranno impegnati 200 operai in più che da lunedì inizieranno a ripulire il capoluogo a partire dai quartieri periferici al di sopra di viale Regione Siciliana come Boccadifalco, Altarello, Mezzomoreale, Bonagia e Falsomiele.
Il sindaco Orlando ha invitato “a sensibilizzare i cittadini, anche attraverso i social network e ha assicurato che la polizia municipale provvederà ad un maggiore controllo del territorio” per impedire che alcune zone della città vengano trasformare in discariche. “Abbiamo messo insieme la Rap e la Reset – ha spiegato il vicesindaco Fabio Giambrone, che ha anche la delega al Decoro urbano – ma parteciperà anche la Polizia municipale per sanzionare chi sporca la città e vanifica il nostro lavoro.
Agiremo sul diserbo, sistemeremo le aree verdi ma non consentiremo più a nessuno di sporcare: per questo chiediamo l’aiuto dei cittadini”. “Vogliamo fare un patto con i cittadini – ha spiegato l’assessore all’Ambiente Giusto Catania – L’amministrazione farà un grande sforzo per pulire, ma chiediamo ai cittadini di non sporcare, di fare la differenziata, di produrre meno rifiuti, di non abbandonare gli ingombranti usando i Centri di raccolta: due sono già pronti, martedì in giunta ne approveremo altri 11. Ma vogliamo fare anche un patto coi lavoratori: dobbiamo dimostrare alla città che c’è la volontà reale di pulire Palermo”.
L’operazione iniziera lunedì 6 maggio e si concluderà ai primi di luglio. (ANSA).

Facebooktwittergoogle_plusmail




Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.