Approvato in Consiglio comunale il nuovo regolamento Tari proposto dalla Giunta : più differenzi meno paghi. Previste agevolazioni e riduzioni per donne che hanno subito violenza, vittime di racket, chi adotta un cane, imprese che assumono e soggetti svantaggiati

Il consiglio comunale, nella seduta di ieri sera, ha approvato il nuovo schema di regolamento per la disciplina della TARI, la tassa destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti proposto dalla Giunta con la delibera n. 82 del 13 marzo scorso.

Il regolamento si occupa di disciplinare i criteri di determinazione delle tariffe; la classificazione delle categorie di attività con omogenea potenzialità di produzione dei rifiuti, disciplinare la riduzione delle tariffe ed eventuali riduzioni ed esenzioni.

E le novità della nuova proposta regolamentare stanno appunto in questo ultimo punto. Agli articolo 12, 13 e  del regolamento si disciplinano le riduzioni, agevolazioni ed esenzioni e le incentivazioni alle utenza domestiche. Oltre al già previsto sconto sulla tassa pari al 15% se si effettua il compostaggio, è stata introdotto un ulteriore sconto del 15% per le utente che  effettuano la raccolta differenziata con misurazione individuale effettuata con specifici strumenti che sarà cura del Comune mettere a disposizione presso le istituende isole ecologiche per un quantitativo di rifiuti differenziati pari ad almeno 200 Kg su base annua.

Sono inoltre previste riduzioni del 10% per i nuclei familiari beneficiari di assistenza sociale quale buono casa, integrazione affitto, sussidio straordinario, o, altra novità in caso della presenza nel nucleo di un minore in affido familiare. La tariffa è ridotta del 30% per i nuclei familiari nel quale sia presente un portatore di handicap titolare di legge 104 e agli enti assegnatari di beni confiscati alla mafia utilizzati per finalità sociali e ancora agli immobili occupati da commercianti o imprenditori che sono stati dichiarati vittime di reato di racket o che si siano costituti parte civile nei processi di cui risultano vittime. Agevolazioni anche per chi adotta un cane.

E ancora riduzioni per le donne con eventuali figli a carico che hanno subito violenza di genere ed intrapreso e concluso un percorso di uscita dalla violenza.

Riduzioni anche per i nuclei composti da 6 persone con almeno 4 pari con reddito Isee pari a zero e per le nuove attività produttive e commercianti che creino nuovi posti di lavoro: la riduzione è pari al 30% per l’assunzione da 1 a 5 dipendenti e del 40% per le assunzioni da 6 a 10 dipendenti.

Infine per le utenze civili che si impegnano a auto-smaltire i propri rifiuti differenziati contraddistinti dai codici indicati nel disciplinare sulla gestione dell’isola ecologica, saranno riconosciuti dei compensi economici graduati sulle quantità dei rifiuti differenziati.

————————————–
Marina Mancini

Facebooktwittergoogle_plusmail




Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.