Uccise il vicino ma era stato provocato, condannato a 12 anni

Processo abbreviato per Giovanni Pizzuto che nel 2017 sparò a Francesco Paolo Maronia. Il pm aveva chiesto 30 anni

La condanna inflitta dodici anni di carcere per l’omicidio del vicino a Giovanni Pizzuto. Il suo vicino di casa Francesco Paolo Maronia, 48 anni ucciso a coltellate a Palermo nel settembre 2017. L’uomo è stato condannato al termine del processo celebrato con il rito abbreviato. Il pm, scrive il Giornale di Sicilia, aveva chiesto 30 anni ma il gup ha accolto le tesi della difesa secondo cui Pizzuto aveva reagito a gravi provocazioni. Secondo l’imputato la vittima aveva più volte minacciato lui e la sua famiglia. Maronia nel 1985 ferì con colpi di pistola un transessuale in via Libertà. Venne condannato a 16 di carcere. Il particolare è emerso durante il processo.

Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.