“Transizioni” a Gibellina: in mostra la città che ha vissuto due volte

Organizzata dal Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Palermo, Transizioni – Gibellina/Gibellina La città che visse due volte. Immagini di futuro da un diverso presente, sarà visitabile da giovedì 28 gennaio. La mostra, articolata in tre sezioni, ricostruisce le due Gibellina, prima e dopo il terremoto.

Nella prima sezione,  la ricomposizione dell’immagine cartografica della città scomparsa, per la prima volta ricostruita grazie ad una accurata rielaborazione della memoria degli abitanti più anziani, con le sue strade, i suoi luoghi sacri, le botteghe e i circoli, le scuole e le officine.

Nella seconda sezione, esposti in sequenza, i progetti urbanistici e architettonici della città nuova.
Tra i progetti emergono le innovazioni e le criticità che hanno dato vita all’attuale paesaggio urbano.

Immaginare il futuro è invece il tema della terza sezione. Costruita insieme agli abitanti, ai ragazzi e alle istituzioni della città: gli allievi architetti del Laboratorio di Urbanistica, condotto dalla prof. Alessandra Badami, presenteranno i loro elaborati progettuali densi di proposte e soluzioni innovative. La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 10 marzo.

Il programma:

Maria Vera Genchi

Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.