Nono appuntamento per la stagione concertistica Città di Bagheria: Giovani compositori del conservatorio Bellini di Palermo propongono i loro inediti

Un venerdì in musica a Bagheria: Dopo la musica al tramonto all’Arco Azzurro Jazz festival, altro suggestivo scenario per il nono appuntamento della Seconda Stagione concertistica Città di Bagheria organizzata dall’associazione culturale Bequadro diretta da Salvatore Di Blasi con il patrocinio del Comune di Bagheria.

A villa Cattolica, sede del museo Guttuso, venerdì 27 luglio, a partire dalle ore 21, concerto di musiche inedite degli studenti dei corsi di triennio e biennio di composizione del Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo. Saranno presenti al concerto i professori e coordinatori Marco Betta, Fabio Correnti, Loris Capister, Salvatore Bellassai, Giovanni D’Aquila.

Ad esibirsi i giovani compositori:

Alice Rosapane con “Raya” accompagnata da Salvatore Passantino (violino), Alice Rosapane (violino), Silvia Gira (violoncello), Davide Spina (pianoforte), Giulia Perriera (percussioni: rullante e piatto sospeso);

Giulia Perriera (percussioni) con la composizione May “A Valeria” per Pianoforte e percussioni accompagnata da Davide Spina (pianoforte).

Davide Spina (pianoforte che si esibirà in Intermezzo” con Salvatore Passantino (violino), Alice Rosapane(violino), Silvia Gira (violoncello), Giulia Perriera (percussioni)

Salvatore Passantino (violino) che proporrà “Fantasia su una ballata britannica” Alice Rosapane (violino), Silvia Gira (violoncello), Davide Spina (Pianoforte), Giulia Perriera (percussioni).

Nicolò Piccione propone “Fantasia Onirica“per Pianoforte

Massimiliano Seggio  si esibisce in “Invenzione” per Pianoforte

Marilena Licata proporrà “Unda maris” per Viola e Pianoforte, lei stessa alla Viola  Massimiliano Seggio al Pianoforte.

Fabio Pecorella  (Pianoforte), ha composto “Dormi beddu e fai la ‘vo – ninnananna marsalese” per Pianoforte e Violoncello con Silvia Gira (Violoncello)

Valentina Grisafi propone  Sicilitudine per Pianoforte

Ed infine Mattia Camuti ha composto Crateri Lunari per pianoforte, violino, violoncello, flauto e clarinetto, con Massimiliano Seggio (Pianoforte) Giuseppe Musumeci (Violino); Antonino Saladino (Violoncello); Giulia Schifani (Flauto); Ottavio Di Giovanni (Clarinetto); Mattia Camuti (direttore)
L’ingresso al concerto è gratuito sino ad esaurimento posti.

Marina Mancini 

Facebooktwittergoogle_plusmail




Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.