La realtà attraverso “l’occhio del secolo”: alla GAM i 140 scatti originali di Cartier-Bresson

Palermo – Oggi, sabato 21 ottobre, nei locali della Galleria d’Arte Moderna, è stata aperta al pubblico “Henri Cartier-Bresson Fotografo”, la mostra che da trent’anni gira il mondo in onore del maestro del foto-giornalismo che diceva di non capire nulla di fotografia. Per la prima volta in Sicilia i 140 scatti originali di Cartier-Bresson, selezione eseguita in origine insieme all’amico ed editore Robert Delpire. Dalla Grecia al Messico, da Parigi a New York, stampe originali che raccontano i grandi viaggi del fotografo francese e i ritratti fatti a scrittori e artisti famosi del tempo. “Per me la macchina fotografica – diceva Cartier-Bresson – è come un block notes, uno strumento a supporto dell’intuito e della spontaneità”. Occasione unica per immergersi nel mondo del pioniere del foto-giornalismo, “Henri Cartier-Bresson Fotografo” sarà visitabile dal martedì alla domenica fino al 25 febbraio 2018.  L’allestimento attuale è a cura di Denis Curti e Andrea Holzherr, per la Magnum Photos, agenzia fotografica di cui Cartier-Bresson fu co-fondatore. La mostra, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Palermo e organizzata da Civita in collaborazione con la Fondazione Henri Cartier-Bresson e Magnum Photos, si inserisce nel progetto dedicato ai grandi della fotografia moderna, percorso che vedrà esporre, nel gennaio 2019, gli scatti del fotoreporter siciliano allievo di Cartier-Bresson, Ferdinando Scianna.

Maria Vera Genchi

Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*