52° Congresso Nazionale del Notariato

Con gli interventi di Alberto Calì e Enrico Sironi, rispettivamente Presidente del Comitato Esecutivo del Congresso e Presidente del Comitato Ordinatore dei Congressi, si è aperto ufficialmente oggi al teatro Massimo il 52mo congresso nazionale Notariato, tema : #Notaio: garanzia di sistema per l’Italia digitale, in  programma fino al 14 ottobre.  Alla cerimonia di inaugurazione era presente, tra gli altri, il sindaco Leoluca Orlando. I lavori del congresso da domani  Proseguiranno presso Hotel San Paolo Palace di via Messina Marine

banner-cnn-2017

 

L’evoluzione tecnologica e lo sviluppo dell’intelligenza artificiale potranno, quindi, sostituire il ruolo di garanzia che svolge il Notariato nella elaborazione di atti pubblici certi e affidabili, riconosciuti anche a livello internazionale come fattore di competitività?

Per approfondire luci e ombre di questo tema, il Notariato italiano dedica il suo 52° Congresso Nazionale alle nuove frontiere tecnologiche del diritto proponendo un confronto non solo dal punto di vista tecnico, ma anche economico, giuridico e politico.

L’informatizzazione dell’attività notarile è un percorso avviato da un ventennio mettendo in rete tutti i notai tra loro e con la Pubblica Amministrazione, completato nel 2012 con l’informatizzazione di tutti i registri pubblici.

Oggi si affacciano nuove sfide: il web e la proliferazione dei documenti informatici pongono la necessità di gestire e reperire i dati in modo efficiente e certo.

Perché non affidare al notaio – pubblico ufficiale, necessariamente imparziale e terzo – non solo la elaborazione del documento, ma anche la gestione e custodia per garantirne la conoscibilità da parte dei cittadini? Sono sotto gli occhi di tutti i problemi derivanti dalla proprietà intellettuale sulla rete, dal ruolo dei social, dallo scambio internazionale di beni e documenti e dall’eredità digitale.

I tempi sono maturi per poter discutere di nuovi profili dell’attività del notaio che potrebbero rendere più fruibili a tutta la società civile diritti garantiti dalla nostra Costituzione, come l’identità, la libertà personale e testamentaria.

Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*