Da Napoli per rivendicare il fratello: squilibrato provoca 20mila euro di danni al Commissariato di Termini Imerese.

Termini Imerese – Crede che il fratello sia stato arrestato dagli agenti e parte da Napoli per compiere la  vendetta. L’uomo di 52 anni, affetto da problemi psichici, ha tamponato in piena notte quattro macchine della polizia danneggiando il cancello posteriore del Commissariato, sito in via Del Mazziere. Partito da Civitavecchia, con la patente di guida scaduta, V. C. è sbarcato nel porto di Termini Imerese con l’intento di salvare il fratello. A bordo di una Megan, l’uomo ha iniziato ad urtare le volanti posteggiate causando al Commissariato di Termini Imerese danni per più di 20mila euro. Il giudice del Tribunale di Termini Imerese ha stabilito, sabato 7 Ottobre,  una perizia psichiatrica nei confronti del cinquantaduenne e ne ha disposto l’immediata assegnazione presso una casa di cura.
Il primo cittadino, Francesco Giunta, ha espresso la sua solidarietà al dirigente del Commissariato F. Cassataro, sottolineando l’importanza della sicurezza nei porti.

Maria Vera Genchi

Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*