INCHIESTA PROCURA DI TERMINI IMERESE: IL SINDACO CINQUE: “CONFIDIAMO NEGLI ORGANI INQUIRENTI. MAI PRONUNCIATE LE PAROLE GIUSTIZIA AD OROLOGERIA”

«Non ho mai pronunciato le parole: Giustizia ad orologeria» è quanto dichiara  il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque, riferendosi a dichiarazione diffuse nelle ore immediatamente successive alla notizia dell’indagine della procura di Termini Imerese.

«Quanto circolato oggi, a mio nome, non rispecchia il mio pensiero né tanto meno quello del MoVimento 5 Stelle. La magistratura fa  il proprio dovere e ha tutta la nostra fiducia, dispiace certamente che queste contestazioni avvengano alla vigilia di un importante appuntamento elettorale perché saranno oggetto di ampie strumentalizzazioni politiche come sempre avviene quando di mezzo c’è il MoVimento 5 Stelle» .

«Nel merito  – continua il primo cittadino – confermo la fiducia negli uffici comunali, composti da professionisti seri, e sono certo della buona fede degli atti compiuti nel solo interesse dell’amministrazione e dei cittadini di Bagheria. E i risultati ottenuti, ad esempio sul fronte della raccolta differenziata, ci confortano. Dimostrazione siano le dichiarazioni del pentito Pasquale Di Salvo al processo “Panta Rei”, a Milano,  che ha affermato che ero inavvicinabile».

Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*