COSTITUITA LA SPA, LA MULTISERVIZI A CAPITALE COMUNALE CHE SI OCCUPERA’ DI SERVIZI E NOMINATO IL SUO CDA ED IL COLLEGIO DEI SINDACI

 Il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque, è stato, questo pomeriggio, presso il notaio Barabbino per formalizzare gli atti di costituzione della SPA Multiservizi, la società in house providing, a capitale pubblico, a totale partecipazione e controllo del Comune di Bagheria.

L’AMB, così si chiamerà la nuova Spa, Azienda Multiservizi del comune di Bagheria,   avrà sede in un bene confiscato alla mafia.

Nominato anche il CdA ed il collegio sindacale, nomine fiduciarie; il consiglio di Amministrazione è così formato: presidente Caterina Licatini, due lauree: chimica Prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro, altri membri Simone Monastra dottore in Economia,  e Fulvio Di Genova architetto; il collegio dei sindaci è composto da: Vincenzo Castronovo Presidente; Onofrio Aiello, Roberto Mineo, Antonio Maria Fricano e Silvana Nobile.

Ricordiamo che la SPA si occuperà di manutenzione straordinaria e ordinaria del manto stradale e del sottosuolo e degli edifici scolastici e degli immobili; della manutenzione ed efficientamento della pubblica Illuminazione; implementazione e cura del verde pubblico; gestione, manutenzione ordinaria e straordinaria del cimitero. E ancora progettazione e messa in esercizio e gestione di un piano dei parcheggi a pagamento, le cosiddette zone blu con le quali si intende anche finanziare il trasporto pubblico; la progettazione e messa in esercizio e gestione di un piano per gli spazi pubblicitari, oltre alla redazione di progetti a finanziamento di opere pubbliche, o di progetti di sperimentazione e ricerca, e ancora la realizzazione di opere ammesse a finanziamento. Tra i servizi più impegnativi la gestione dei rifiuti e del servizio idrico integrato.

La società si occuperà dunque di svolgere i servizi indivisibili per l’ente locale che verranno finanziati con il tributo della TASI, saranno anche utilizzate economie derivate dai risparmi sopraggiunti per il personale comunale andato in pensione.

I costi ammontano a 400 mila euro per la pubblica illuminazione (il rifacimento di parte della rete); 550 mila euro per la sistemazione delle strade; 500 mila euro per quella degli immobili; 300 mila euro per la gestione del Verde Pubblico e 250 mila euro per la realizzazione di progetti. 310 mila euro sarà il costo fisso comune a tutti i servizi della struttura. La spesa della fase di start up di costituzione della Spa è pari a 213,15 mila euro.

“I componenti del CdA si metteranno a lavoro da subito” – spiega il sindaco Cinque –“e sono certo che faranno un buon lavoro e speriamo che da subito la AMB potrà essere anche, mediante le dovute selezioni, un’opportunità di lavoro per diversi bagheresi, oltre che un notevole miglioramento dei servizi che verranno gestiti dalla multilservizi”.

M.Mancini

Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*