Termini Imerese – Topi a scuola: altri tre i giorni di chiusura

Gli studenti della scuola media Tisia D’Imera a casa per dodici giorni. L’Istituto era stato chiuso il 20 febbraio poichè invaso da escrementi e ratti, rimasti ancora vivi dopo la derattizzazione. “Non sono stati del tutto debellati -ha detto il commissario straordinario Girolamo Di Fazio – siamo costretti a prolungare i giorni di chiusura.” Dopo la prima settimana di disinfestazione, i ragazzi, rientrando a scuola, hanno trovato topi moribondi annegati nei secchi d’acqua, nelle trappole e alcuni roditori ancora vivi. I topi scorrazzavano lungo i corridoi dell’istituto e nel giardino attiguo, dove si pensa che i ratti abbiano costruito le loro tane. “Sarà effettuata un’ulteriore e profonda derattizzazione e disinfestazione nelle aule – dice Girolamo Di Fazio – una pulizia straordinaria nelle aree esterne di tutto il plesso dove prevediamo che i roditori si sono impiantati”. Tutti a casa, dunque, per altri tre giorni. I cancelli riapriranno per i seicento studenti giovedì 3 marzo. La situazione sarebbe invece migliorata per l’Istituto Rosina Salvo, che ospita oltre duecento bambini di elementari ed asilo. I bambini sono già rientrati a scuola. L’emergenza aveva coinvolto anche il liceo classico “Gregorio Ugdulena”, situato a pochi metri dalla scuola media.   “Considerando la lentezza della burocrazia – aveva detto la preside Viglianti – e il disagio che gli alunni stanno attraversando, la scuola si attiva immediatamente e a suo carico provvederà alle spese di derattizzazione utilizzando i prodotti destinati a debellare i ratti dentro l’Istituto”. I ragazzi del liceo classico sono rientrati nell’istituto, questa mattina.

Maria Vera Genchi

Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*