PON Metro 2014-2020, incontro con i rappresentanti dei Comuni dell’area metropolitana

Orlando: "Il Pon entra nel vivo"

Si è svolto presso il Noviziato dei Crociferi un incontro con i referenti tecnici dei comuni appartenenti all’Area Metropolitana di
Palermo, nel corso del quale sono state spiegate finalità e meccanismi del PON Metro, ossia il Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane 2014
– 2020. Obiettivo prioritario del programma, quello di guidare le aree vaste verso uno sviluppo organico dei propri territori, una migliore
qualità dei servizi e, più precisamente, creare piattaforme digitali politematiche in grado di offrire servizi avanzati ai cittadini e, nel
contempo, risolvere le questioni di inclusione sociale nei territori beneficiari.attachment-0001

L’incontro, si inserisce tra le azioni avviate dalla Città di Palermo, di concerto con l’Agenzia per la Coesione Territoriale, di
coordinamento tra le amministrazioni locali, volte a implementare le strategie urbane di livello sovra-comunale, riguardanti le politiche del
lavoro, della innovazione/inclusione sociale, del trasporto pubblico su gomma e su ferro, delle infrastrutture, della formazione, del lavoro, della
cultura e dell?ambiente. E in particolare anticipa, il tavolo del prossimo 23 gennaio, che prevede la sottoscrizione di un ?patto? di collaborazione e
di forte coinvolgimento delle amministrazioni per integrare e implementare la gestione di funzioni e servizi e garantire, realmente, risultati
efficaci ai cittadini dei comuni interessati. Proprio in tale occasione, il sindaco della città di Palermo, Leoluca Orlando, illustrerà gli obiettivi
prioritari del programma, direttamente ai sindaci dei Comuni dell’Area Metropolitana.

All’evento hanno presenziato i rappresentanti di 20 comuni dell’Area metropolitana. Cinque di questi sono stati rappresentati dagli
stessi sindaci presenti all?incontro, mentre altri Comuni hanno partecipato all?evento in diretta streaming, attivata per far fronte all’emergenza
climatica della giornata.

I lavori sono stati aperti con la presentazione del “Patto PON Metro Città di Palermo”, a cura del sindaco Leoluca Orlando, dell’assessore
all’Innovazione, Gianfranco Rizzo e del vice sindaco Emilio Arcuri.

“Il PON Metro entra nel vivo – ha dichiarato Orlando – con una iniziativa che mira ad amplificare la rete istituzionale coinvolta. Altri passi
imminenti saranno rivolti al coinvolgimento e all’informazione del mondo produttivo, al terzo settore, alla scuola e a tutti quegli attori sociali
che possono e vorranno avere un ruolo attivo nell’attuazione di questo importante strumento per lo sviluppo del territorio”.attachment

Sono intervenuti successivamente l’assessore alla Cittadinanza sociale Agnese Ciulla, relativamente al modello di condivisione dei Servizi di
inclusione sociale e innovazione sociale, che peraltro, come annunciato dallo stesso assessore, saranno oggetto di specifici tavoli partenariali;
Bohuslav Basile, capo Area Amministrativa delle Infrastrutture del Comune di Palermo, Mario Li Castri, capo Area Tecnica alle Infrastrutture del
Comune di Palermo, i quali hanno, invece, illustrato le linee generali del Programma.

A seguire, Salvatore Morreale di SISPI S.p.A., che ha illustrato il tema dei servizi digitali offerti ai cittadini con particolare riguardo alle
sette piattaforme del PON Metro “Città di Palermo”; Antonella Sciortino, professore. ord. di Diritto Costituzionale e rappresentante della
Fondazione FormAP (Fondazione per la Formazione e l’Aggiornamento delle Amministrazioni Pubbliche), che ha illustrato il piano formativo che la
Città di Palermo ha messo in atto al fine di supportare la fase di codesign con funzionari e dirigenti dei Comuni dell?area metropolitana; Pietro Paolo
Corso, delegato del Rettore dell’Università degli Studi di Palermo al PON Metro, che ha dettagliato l’infrastruttura prevista per l’erogazione dei
servizi delle 7 piattaforme, basata sul paradigma del cloud computing, e ha integrato le informazioni riguardanti il percorso formativo in materia di
“Pianificazione Territoriale Integrata”

Antonella Di Maggio

Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*