Tennisti palermitani indagati per frode sportiva in Italia e all’estero

Sono due i tennisti palermitani indagati per frode sportiva in Italia e all’estero: Marco Cecchinato e Riccardo Accardi. Le perquisizioni locali, informatiche e di sequestro sono state avviate lo scorso 19 dicembre dalla polizia di stato, su disposizione della procura di Palermo. Gli inquirenti avevano notato flussi di scommesse anomali durante l’incontro tra Marco Cecchinato e il polacco Majchrzak nel torneo Mohammedia, disputatosi in ottobre in Marocco. Anomalie identificate anche nei tornei giocati tra la Polonia e la Russia, sui quali di solito non verte un gran giro di scommesse. Oltre a Cecchinato, squalificato dalla Federtennis, l’avviso di garanzia è stato notificato anche a Riccardo Accardi, deferito dalla FIT giá l’11 marzo insieme a Cecchinato per aver “alterato” un incontro.
Le indagini, effettuate dagli investigatori della squadra mobile di Palermo, interessano anche le cittá di Milano, Firenze e Prato. Gli agenti palermitani, coordinati dal procuratore aggiunto De Luca e dai sostituti procuratori Scaletta e Dessì, stanno portando avanti le indagini personali ed informatiche collaborando con le varie squadre mobili locali.

Maria Vera Genchi
Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*