Vie dei Tesori “a misura di bambino”: presentato il programma KIDS, visite e laborati pensati per i piccoli in sette luoghi di Palermo

Visite animate nei luoghi d’arte, laboratori, passeggiate a misura di
bambini
Presentato  – Le Vie dei Tesori Kids –  il Festival dei piccoli
Il progetto sostenuto dalla presidenza del Consiglio Comunale

Le Vie dei Tesori scalda i motori: sabato apriranno le porte, con visite
guidate, ben novantadue luoghi della città. Ma da quest’anno i bambini, ai
quali finora erano stati dedicati alcuni laboratori, diventano ospiti
privilegiati: grazie al progetto – Le Vie dei Tesori Kids –  sostenuto dalla
Presidenza del Consiglio comunale, in sette dei novanta tesori aperti alla
città si svolgeranno visite guidate animate a misura di bambino ogni
domenica alle 11,  e nei weekend tanti laboratori sulla lettura,
l?archeologia, le mummie.

Oggi la presentazione alla stampa, a Palazzo delle Aquile, con il
presidente del Consiglio Comunale Salvatore Orlando, l?assessore alla
Cultura Andrea Cusumano, il responsabile del progetto Le Vie dei Tesori
kids Anna Maria Balistreri, il baby sindaco Elisa Buscemi,  i bambini della
baby giunta, Umberto Palma presidente di Unicef Sicilia. Presenti i
rappresentanti delle associazioni della città coinvolte nel progetto:
PalemoBimbi, Libreria Dudi,  Disanapianta,  Cooperativa Argonauti,  Amici
dei Musei siciliani didattica,  Ecomuseo Mare Memoria Viva, Kids in Sicily,
Palermo Baby Planner, Incontrosenso.

-Un progetto importante per la città che la Presidenza del Consiglio
Comunale ha voluto fortemente appoggiare – interviene Salvatore Orlando,
presidente del Consiglio Comunale – perché i bambini ci guardano e sono il
nostro pubblico di domani.La città di Palermo è da sempre vicina ai
bambini, abbiamo aperto molti parchi giochi, cerchiamo di rendere la città
vivibile anche per i piccoli, e abbiamo stretto un legame con
Unicef”.Secondo l’assessore Andrea Cusumano, “Vie dei Tesori è
un’iniziativa già di grande successo che si completa adesso con un
programma indirizzato e fatto per i bambini, per promuovere, attraverso il
gioco, la conoscenza e l’amore per la propria città. E come sempre, ad
insegnare qualcosa ai bambini, avremo tanto da imparare. Stiamo già
pensando che Manifesta, nel 2018, possa legarsi ad una versione “allargata”
di Vie dei Tesori”.
“Si parla tanto su come far avvicinare i bambini ai beni culturali della
città – ha detto Anna Maria Balistreri – ma quello che invece si riscontra
è che spesso alle parole non seguono proposte pensate per incontrare le
necessità formative e il gusto dei più piccoli. La presenza di un vasto
patrimonio culturale a Palermo ci impegna nella sua valorizzazione e
fruizione da parte di un pubblico giovane e giovanissimo”. “E’ un
‘iniziativa fantastica – commenta Umberto Palma, a capo della sezione
Sicilia dell’Unicef – luoghi e percorsi dedicati ai bambini, li formano e
li rendono consapevoli”. “Spesso noi ragazzi passiamo davanti ad un
monumento, una chiesa, un sito e non sappiamo cosa stiamo osservando –
interviene Elisa Buscemi, 14 anni, a capo della baby giunta della città -,
Idee come queste stimolano la nostra visione critica; anche se si è
piccoli, è bello iniziare ad imparare, divertendosi”.
I piccoli partecipanti riceveranno un kit all’insegna della creatività,
pensato appositamente per loro: una shopper che contiene un album con i
sette luoghi della città ?kids? da colorare, realizzato per Le Vie dei
Tesori dalle edizioni Mercurio e le matite.
I sette luoghi Kids sono luoghi simbolo della città, in cui i laboratori
daranno un?ulteriore spinta all?approfondimento: lo Spasimo e il suo
?soffitto? a cielo aperto; il Palazzo di Città, simbolo dell?istituzione;
l?Oratorio di San Lorenzo e la storia dell??Annunciazione? trafugata, il
Museo Salinas, scrigno di storia antica, come anche una delle due sedi
dell?Archivio di Stato, quella della Catena, dove i libri e le pergamene
raccontano la storia. E poi il verde e l?ambiente: i bambini scopriranno le
piante esotiche del parco di Villa Whitaker Malfitano e all? Ecomuseo del
mare.
Ma non è finita: ai bambini sono anche dedicati dieci laboratori pensati
per loro, e quattro passeggiate. Verrà stimolata la loro creatività, a
seconda dell?età: saranno spinti a curiosare tra libri, sculture, puttini,
barche, pesci, mummie. I bambini si divertiranno e impareranno, senza
accorgersene, il rispetto per la città.
Le visite guidate e i laboratori per bambini sono su prenotazione sul sito
www.leviedeitesori.com. Qualora restassero posti liberi, si può andare
direttamente sul luogo che li ospita. E in virtù di un accordo con
l’Ufficio Scolastico Regionale, moltissimi ragazzi lavoreranno per Le Vie
dei Tesori, imparando le caratteristiche di professioni legate alla
promozione e valorizzazione dei beni culturali.

I COUPON E LA APP PER LE VISITE
Sul sito www.leviedeitesori.it sono disponibili i coupon per le visite
guidate. Nei luoghi sarà possibile trovare soltanto i biglietti cartacei
validi per una visita singola. È attivo ogni giorno dalle 10 alle 18 il
centro informazioni al 091.8420062 ed è disponibile un?app scaricabile
gratuitamente. All?ingresso di ciascuno dei 90 luoghi si potrà, grazie a un
QR code, ricevere le descrizioni dei siti in inglese e francese.

Simonetta Trovato

Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*