Terreni confiscati alla mafia – Sono 12 gli enti che hanno già presentato istanza per l’assegnazione.

Sono già 12 gli enti che, a partire da ieri, hanno risposto all’ *AVVISO
PUBBLICO <https://www.comune.palermo.it/noticext.php?cat=2&id=11178>* del
Settore Valorizzazione Risorse Patrimoniali, presentando apposita istanza
per l’assegnazione, a fini sociali, di uno dei 32 terreni confiscati alla
criminalità organizzata che fanno parte del Patrimonio indisponibile del
Comune di Palermo e non sono utilizzati per finalità istituzionali.

I soggetti candidati – appartenenti a Comunità anche giovanili, Enti,
associazioni maggiormente rappresentative degli enti locali, organizzazione
di volontariato, cooperative sociali, comunità terapeutiche e centri di
recupero e cura di tossicodipendente, associazione di protezione ambientali
riconosciute, operatori dell’agricoltura sociale riconosciuti – dovranno
presentare progetti destinati agli ambiti sociali, ambientali e di
protezione civile.

Il termine ultimo per la presentazione delle istanze, tramite l’apposita
applicazione web sul portale *www.comune.palermo.it*
<http://www.comune.palermo.it/>*,*  è fissato *entro le ore 24 del 14
ottobre 2016.*

Successivamente, a ciascun potenziale beneficiario che abbia i requisiti
formali verrà assegnata una password con cui accedere ad una sezione
dedicata del sito comunale, da cui si potranno vedere le schede dei beni e
prenotare una visita che permetta di avere informazioni sullo stato e sulla
realizzabilità dei progetti.

Il passaggio successivo sarà la definitiva presentazione dei progetti che
saranno valutati da apposita commissione per la compilazione delle
graduatorie.

Nella formulazione delle graduatorie si terrà conto della qualità dei
progetti, dell’esperienza dei richiedenti, dell’aderenza alle finalità di
legge, con l’attribuzione di un punteggio integrativo (15/100) a coloro che
non hanno attualmente beni assegnati dal Comune. Viceversa, nel caso dei
beni già assegnati in precedenza senza bando, sarà dato un punteggio
integrativo (20/100) a quei soggetti che hanno già avuto beni, svolgendovi
correttamente le proprie attività ed investendo anche nella loro miglioria.

Per l’Assessore al Bilancio Luciano Abbonato e per il Sindaco Leoluca
Orlando, “si conferma la bontà del sistema messo in pratica per individuare
i concessionari sempre in modo pubblico attraverso bandi, per far sì che
beni e terreni confiscati siano destinati a finalità sociali in modo
trasparente”.

Giovanni Gaudesi

Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*