Nove punte CST Sport alla 58^ Monte Erice

Il 10° round di Campionato Italiano Velocità Montagna dal 16 al 18 settembre è la prima delle due gare di casa per la scuderia di Gioiosa Marea. Magliona su Norma e Dondi su Fiat X1/9 in corsa per le

classifiche Tricolori. In primo piano Pellegrino su Radical, Mistretta su Peugeot 207, Cacioppo su Mi-tsubishi, Burgio su Renault, poi Maggio, i fratelli etnei Salvatore e Angelo Guzzetta tra le 1600 N e A

Erice 15 settembre 2016. Presenza massiccia con nove portacolori della Scuderia CST Sport alla 58^ Mon-te Erice, decimo appuntamento del Campionato Italiano Velocità Montagna, che dal 16 al 18 settembre sarà la prima delle due tappe siciliane del Tricolore ed anche la prima delle tre gare finali con coefficiente 1,3. Due importanti appuntamenti in casa per il sodalizio di Gioiosa Marea, in corsa con Omar Magliona su Nor-ma M20 FC per il secondo posto di campionato e di gruppo E2SC e con Manuel Dondi su Fiat X 1/9 per il titolo di gruppo E1-E2SH.

Omar Magliona arriva sull’isola con la Norma M20 FC Zytek, la biposto con la quale il sardo sei volte Cam-pione di CN, alla sua prima stagione con l’auto di classe regina, è in lotta per il ruolo di vice Campione Italia-no assoluto ed anche di gruppo E2SC. Magliona ha lavorato insieme al team Faggioli per ottimizzare e ren-dere quanto più efficace il set up della vettura francese, benché reduce da tre podi consecutivi a Popoli, Re-ventino e Gubbio.

Manuel Dondi arriva invece con il preciso obiettivo di allungare in testa alla classifica del gruppo E1-E2SH con l’agile Fiat X1/9 spinta da motore Alfa Romeo. Per il sorprendente bolognese sarà la prima volta ad Eri-ce, come in quasi tutte le gare di CIVM che ha vinto finora. Un tracciato tecnico ed impegnativo ma esaltante per il poliedrico pilota. Tra le biposto di gruppo E2SC anche il trapanese Vincenzo Pellegrino che cerca il ruolo di protagonista nella gara di casa con la Radical SR4 motorizzata Suzuki, di classe 1600.

In gruppo E1-E2SH sotto i riflettori anche il forte rallista di Partanna Bartolomeo Mistretta che torna ad Eri-ce sula Peugeot 207 Super 2000, vettura che ben conosce, come il tracciato ericino ove il driver trapanese ha colto numerose vittorie nelle sue apparizioni in CIVM. Immancabile nella gara di casa l’alcamese Mauro Cacioppo che ha di nuovo scelto la Mitsubishi EVO X, per puntare dritto al gruppo A, sfidando, come di consueto i migliori specialisti delle salite. Nello stesso gruppo anche un altro scalatore catanese come Ange-lo Maria Guzzetta, che punterà al successo nella combattuta classe 1600 con la Peugeot 106 1.6 16V. In gruppo N il palermitano Cristian Burgio si prepara alle sfide di classe 2000 con la Renault Clio RS, mentre nella numerosa classe 1600 cercheranno un difficile e ambìto posto al sole, due esperti come l’altro etneo Salvatore Guzzetta sulla Citroen Saxo, oltre al palermitano Francesco Maggio con la Peugeot 106.

Venerdì 16 settembre l’appuntamento trapanese entrerà nel vivo con le operazioni di verifica a Piazzale Ilio dalle 10.30 alle 19.30. Sabato dalle 10 le due manche di ricognizione sui 5730 metri che uniscono Valderice a Erice vetta. Domenica 18 settembre alle 9. la prima delle due salite di gara.

-“Con la Monte Erice continua una stagione molto intensa per la nostra Scuderia – spiega Luca Costantino Presidente CST – il rush finale del CIVM è fondamentale per i nostri due maggiori protagonisti della serie nazionale. Anche se abbiamo pianificato la prima delle due gare di casa con diversi piloti e saremo al loro fianco perché possano cogliere risultati da capitalizzare in questa fine di anno e già in prospettiva 2017”-.

L’ufficio Stampa

manuel-dondi-su-fiat-x-1-9-a-gubbio

Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*