Palermo: Ferrandelli lancia consultazione online – “No al tram in viale della Libertà, sì al Brt (Bus Rapid Transit) dalla stazione centrale allo stadio”

Palermo: Ferrandelli lancia consultazione online, “No al tram in viale della Libertà, sì al Brt (Bus Rapid Transit) dalla stazione centrale allo stadio”

Il candidato sindaco di Palermo aderisce al corteo di domani “No tram in via Libertà” indetto da numerose associazioni cittadine e propone soluzione alternativa.
Palermo, 10 sett. – “Niente scavi e disagi infiniti, niente rotaie e barriere, costi per la collettività notevolmente ridotti e servizi efficienti. Dico no al tram in viale della libertà e lancio un’idea da condividere con i palermitani: sperimentiamo il Brt (Bus Rapid Transit), un sofisticato sistema di trasporto basato su autobus moderni ed ecocompatibili che offre una mobilità urbana rapida confortevole ed efficiente in termini di costi”. Lo dice Fabrizio Ferrandelli, candidato sindaco di Palermo che aderisce alla manifestazione indetta da numerose associazioni cittadine che si terrà domani mattina a piazza Croci per dire no al tram in viale della Libertà e che lancia sui Social una consultazione online su questa idea.
“Penso – aggiunge – a un sistema di bus moderni così come fanno in tante città del mondo: dalle grandi metropoli come Istanbul, Rio de Janeiro e Città del Messico, fino alle più piccole città europee come Strasburgo e Nantes in Francia. Il progetto che vi chiedo di valutare è quello dei Bus Rapid Transit, tanti autoveicoli verdi che dalla stazione centrale raggiungono lo stadio, attraverso via Roma e viale della Libertà, per consentire ai palermitani di muoversi con facilità e con tempi di percorrenza molto brevi”.
“Con il sistema Brt – sottolinea Ferrandelli – si migliora la mobilità senza sfregiare Palermo e senza gravare sulle tasche dei cittadini. Si valorizza il sistema infrastrutturale esistente, si basa su interventi sostenibili dal punto di vista economico, si realizza velocemente con veicoli ecologici e si garantisce ai cittadini un servizio rapido ad alta frequenza attraverso corsie dedicate con diritto di precedenza, semafori temporizzati, fermate concepite come piccole stazioni con accesso a livello, tornelli e bike parking. Insomma, basta poco per migliorare la vita dei cittadini e per rendere Palermo più bella”.
Simone Di Stefano
thumbnail_img_3675
Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*