Bagheria: Emergenza rifiuti – obbligo di differenziare

Niente più cassonetti per le strade

I bagheresi saranno tenuti a separare i rifiuti per la raccolta differenziata. A stabilirlo un’ordinanza sindacale che prevede anche la totale eliminazione dei cassonetti dalle strade.

A renderlo noto il primo cittadino, Patrizio Cinque, che aggiorna i cittadini anche sulla riunione di ieri in Regione: “Quella di ieri è stata una vittoria dei sindaci che hanno ottenuto la promessa di poter conferire i rifiuti a Bellolampo – dice  Cinque che sottolinea che questo produrrà minori costi per il servizio”.

Bagheria, insieme ad altri comune, già da venerdì prossimo, 15 luglio, dovrebbe poter far scaricare i proprio auto compattatori nella discarica palermitana di Bellolampo.

“Ma l’emergenza discariche in Sicilia non è finita e c’è solo un modo per risolverla: trattare il rifiuto come risorsa spingendo sulla differenziata – sottolinea il primo cittadino di Bagheria – Questa amministrazione, nonostante tutte le difficoltà legate al servizio: Consorzio fallito, mezzi scadenti e sottonumero ed emergenza discariche, con le aree di raccolta si era già attivata da tempo per aumentare la raccolta differenziata a Bagheria, che stava già dando i suoi frutti, ora occorre spingere sull’acceleratore”.

Nel frattempo la direzione Lavori Pubblici ha espletato tutte le procedure ed ha acquistato 7 vasche e, su disposizione dell’amministrazione sta acquistando nuovi messo.

Le convenzioni con le piattaforme che raccoglieranno i rifiuti differenziate sono già state stipulate dalla Giunta Cinque e, in queste ore si stanno stipulando le convenzioni per gli impianti di compostaggio.

“Abbiamo necessità di portare in discarica la quantità minore possibile di rifiuti, e, di contro, differenziare il più possibile – dichiara Patrizio Cinque – proprio per questo motivo riteniamo che non ci sia più tempo da perdere”.

Per questo motivo il sindaco ha firmato un’ordinanza, che verrà pubblicata in queste ore all’albo pretorio on line del sito comunale, con la quale si fa divieto a tutti i cittadini di conferire rifiuti indifferenziati, fatta eccezione per il residuo (pannolini, piattini di plastica, spazzolini, ecc) tutti gli altri rifiuti dovranno essere differenziati e conferiti in 9 postazioni dislocate su tutta la città.

Plastica, vetro metalli, carta e cartone, organico, e pochissima indifferenziata residua sono le diverse tipologie che vanno conferite presso le postazioni. Se si porteranno ai 9 punti di raccolta solo rifiuti indifferenziati questi non verranno accolti dall’operatore; il residuo di indifferenziata dovrà essere lo scarto di tutto quanto non è plastica, vetro, alluminio, organico che verranno conferiti in sacchetti separati.

Un’altra convenzione stipulata è quella con Comieco; inoltre il Comune ha avuto un finanziamento per acquistare mezzi e materiale utile per la differenziata.

Togliere i cassonetti sarà un deterrente per non gettare i rifiuti indifferenziati.

Inoltre da lunedì 18 luglio si partirà con il porta a porta in 5 diverse zone della città.

Il porta a porta verrà avviato anche presso le utenze commerciali.

Sul fronte del controllo sono state istituite delle squadre di vigilanza ambientale. Le multe saranno salate per chi non rispetterà l’ordinanza.

“Chiediamo la collaborazione di tutti per riuscire davvero nella sfida di quadruplicare la differenziata, e ridurre quasi a zero l’indifferenziata – dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici, Fabio Atanasio – “miglioreremo il decoro della città eliminando i maleodoranti cassonetti, e non sarebbe  male pensare ad un modello americano, con l’immondizia che si consegna direttamente all’operatore quando a prima mattina passa per raccoglierla.  I bagheresi, se vogliono, possono raccogliere le sfide, e questa è una sfida per il futuro del nostro ambiente e dunque dei nostri figli”.

Le 5 aree dove partirà la raccolta porta a porta sono: il centro storico,

Le 9 aree dove conferire i rifiuti sono: 2 in via Mattarella, 1 zona stadio, 1 via Paolo Borsellino, 1 piazza doglio, 1 a ridosso della circonvallazione altezza ex magazzino Icre, 1 corso Baldassarre Scaduto (zona case popolari), 1 all’autoparco comunale, 1 nella frazione marinara di Aspra via Concordia mediterranea.

M. Mancini

Ufficio Stampa

raccolta-differenziata raccolta-differenziata-errori-comuni

Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*