Tutino: dagli arresti domiciliari all’obbligo di dimora

Il medico personale di Crocetta, Matteo Tutino, ieri è tornato in libertà. Ad aver commutato gli arresti domiciliari in obbligo di dimora è stato il GIP Ettorina Contino su richiesta della Procura per affievolimento delle esigenze cautelari.
Tutino – primario del reparto di Chirurgia plastica presso la clinica Sofia di Palermo – può dunque tornare a rivestire il suo ruolo anche se preferisce aspettare una convocazione ufficiale da parte della stessa clinica che lo aveva sospeso e avviato contro di lui un provvedimento disciplinare a seguito degli scandali emersi lo scorso giugno.
Ricordiamo infatti che Tutino era stato arrestato sei mesi fa con l’accusa di truffa, peculato e falso, avendo eseguito presso Villa Sofia interventi estetici dichiarati poi funzionali, che venivano successivamente rimborsati dal Servizio Sanitario Regionale sulla base di false documentazioni. A questi si aggiungevano compensi extra, non necessari, da parte dei pazienti, come corrispettivo per prestazioni postoperatorie.

Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*