Il fotografo Giovanni Gastel sceglie Filicudi e Capri per raccontare il Mediterraneo

Una terrazza che affaccia sul mare di Filicudi e un tassista di Capri

Dieci opere per raccontare la bellezza del Mediterraneo in tutte le sue sfumature. Giovanni Gastel, fotografo italiano di fama internazionale, ha scelto tra tutti i suoi scatti quelli che ritraggono Capri e Filicudi per celebrare il Mediterraneo. Definito fin dall’età antica “la culla della civiltà occidentale”, questo territorio unico al mondo è il protagonista del progetto Meraviglia Italiana di Bibite Sanpellegrino. I suoi paesaggi, colori, profumi e sapori sono stati catturati da tre eccellenze italiane, ciascuno con il proprio linguaggio artistico: il fotografo Giovanni Gastel, lo scrittore Gianrico Carofiglio e la stilista Margherita Maccapani Missoni.

“Il Mediterraneo è sempre dentro di me, io sono un figlio del Mediterraneo – ha detto Giovanni Gastel –. Mi porto dietro questa Mediterraneità che è luce, profumo e sensibilità anche quando vado in giro per il mondo. Credo che il mio lavoro sia apprezzato anche per la mia matrice mediterranea, tanto che ho fatto diverse foto a Miami, dove l’oceano sembra il Mediterraneo. Questo elemento è una componente essenziale della cultura di tutti i popoli che si affacciano su questo mare interno. Siamo tutti collegati da un mare interno che ha dato origine allo sviluppo della civiltà che ci unisce enormemente, al di là delle diverse lingue o religioni. Io voglio essere qualcuno che ha i piedi nel passato e la testa nel futuro perché sono convinto che l’origine della cultura e della storia del proprio paese sia essenziale per sviluppare un pensiero progressivo e innovativo”.

La terrazza della sua casa di Filicudi affacciata sul mare. I pomodori che sfrigolano sul fuoco e il profumo della salsa rossa che si diffonde nell’aria. I colori della frutta matura e del peperoncino fresco, in una composizione che sprigiona tutta l’energia del Mediterraneo…. E poi, un tassista caprese, immortalato dal fotografo in una delle dieci opere selezionate. Fiero come lo sono gli uomini del Sud, con il suo taxi rosso immerso in un panorama che congiunge il mare e il cielo, due elementi che in fondo rappresentano la “summa” della bellezza mediterranea. Come lui, anche altri personaggi sono protagonisti di questo spazio, quasi metafisico: una donna vestita di bianco sfiora con passi danzanti la sabbia bagnata del lungomare e due uomini vengono immortalati dall’artista, in un gioco cromatico meraviglioso, con il loro profilo stagliato contro le diverse sfumature di azzurro e blu che dividono il mare dal cielo.

Non solo l’acqua e l’aria nelle dieci opere selezionate da Gastel. Il Mediterraneo è fatto soprattutto di persone, uomini e donne che con la loro sapienza artigiana vivono quotidianamente le storie e le tradizioni di un territorio dove la famiglia e il lavoro sono i veri valori.

Facebooktwittergoogle_plusmail




Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.