Le arance infette:le bufale che fanno tremare il popolo del web

Ennesima bufala che circola sui principali social network. Oggi la novità sarebbe quella della presunta contaminazione di arance importante dalla Libia. La bufala circola con un’immagine che mostra delle arance con dei punti rossastri,che sarebbe la dimostrazione del sangue coagulato infetto, accompagnata da un messaggio (in inglese o in italiano) che avverte del potenziale pericolo di contaminazione dall’HIV. Questo il testo in italiano (errori inclusi) dell’avvertimento:
“Servizio di emergenza arlerta algeria recuperato una grande quantità di arance che provenivano dalla Libia queste arance sono iniettati sangue contaminato da HIV AIDS, si prega di condividere questo messaggio”.
Il pessimo italiano potrebbe essere dovuto al fatto che il messaggio è stato tradotto automaticamente da un qualsiasi servizio di traduzione online. La versione in inglese risulta invece essere sostanzialmente corretta.
Rincuoriamo i lettori poichè l’allarme è totalmente infondato. Una semplice conferma si può avere giá dalle foto: mentre nelle due immagini poste in basso chi sta maneggiando gli agrumi ha messo dei guanti di lattice, in quella più grande si vede un dito senza alcuna protezione. Un comportamento piuttosto irresponsabile da parte di chi dovrebbe essere a conoscenza del fatto che in quel frutto si cela un pericolosissimo virus, non credete?
Quelle nelle foto sono normalissime arance: diverse varietà hanno una polpa parzialmente rossa.
Tra l’altro, per quanto possa essere inquietante l’idea di ingerire del sangue potenzialmente infetto, le possibilità di contrarre l’AIDS in questo modo sono pari a zero. Dunque proviamo a non affidarci troppo agli stati in continua evoluzione dei social network e informiamoci di più prima di espandere allarmismo inutile.

Facebooktwittergoogle_plusmail

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*